Ipotiroidismo nel cane

Cause, sintomi, trattamento e prevenzione dell’ipotiroidismo nel cane

L’ipotiroidismo nel cane è una malattia molto comune che può essere riscontrata soprattutto nei cani adulti ed in razze predisposte.

Si tratta di una malattia ormonale, che si manifesta con vari sintomi, fa i quali l’aumento di peso, perdita di pelo e inattività.

Cos’è l’ipotiroidismo?

L’ipotiroidismo nel cane è una patologia determinata dalla ridotta attività della ghiandola tiroide, che produce una quantità di ormoni ridotta.

Cause

Solitamente, questa condizione è causata dalla presenza di un’infiammazione e anche se la malattia può essere riscontrata in qualsiasi cane, ci sono alcune razze più predisposte delle altre.

Quando la causa è legata ad un’infiammazione immunomediata, la tiroide viene distrutta ed il tessuto ghiandolare viene sostituito dal tessuto adiposo, ma questa non è l’unica causa che può portare all’ipotiroidismo, per esempio anche la ridotta produzione dell’ormone TSH che stimola la tiroide può essere una delle cause, oppure l’assunzione di determinati farmaci (cortisonici, etc.).

Sintomi dell’ipotiroidismo nel cane

Generalmente i sintomi della malattia si possono osservare in età adulta, ma esistono determinate razze come il Golden Retriver, il Barboncino, il Bassotto, il Cocker Spaniel, il Beagle, il Pinscher, l’Alano, il Volpino, il Boxer, il Bulldog inglese, l’AlaskanMalamute, il Dobbermann, il Setter irlandese e lo Schnauzer nano che sono più predisposte a sviluppare questa patologia.

I sintomi che possono presentarsi quando si è in presenza dell’ipotiroidismo nel cane sono variabili, e tra quelli principali possiamo trovare:

  • Aumento di peso
  • Letargia
  • Inattività
  • Iperpigmentazione cutanea
  • Mantello fragile e secco
  • Otiti ricorrenti e dermatiti, etc.

Diagnosi e trattamento dell’ipotiroidismo nel cane

Mentre il cane viene visitato, il veterinario può accertare la malattia già dai sintomi evidenti, ma per accertare in maniera precisa la condizione del cane si effettuano analisi del sangue e vengono misurati gli ormoni tiroidei.

Tuttavia, in alcuni casi anche se il livello ormonale è nella norma, il cane può soffrire comunque di ipotiroidismo ed in questi casi vengono effettuati approfondimenti diagnostici.

La terapia dell’ipotiroidismo del cane generalmente si basa sulla somministrazione dell’ormone tiroideo che manca e dopo un mese di terapia generalmente vengono effettuati nuovamente gli esami ormonali, per capire quale sia il dosaggio ottimale del farmaco. Uno dei farmaci utilizzati è la Lavotiroxina Sodica, per approfondimenti clickate sul seguente link:

https://www.mondopets.it/articolo/levotiroxina-sodica-farmaci-per-cani-e-gatti-265.html

Prevenzione

Nel cane, l’ipotiroidismo si instaura in maniera lenta, con comparsa di sintomi poco evidenti inizialmente e progressivi, che spesso vengono confusi con i segni di invecchiamento.

Affinché la malattia possa essere diagnosticata precocemente, è importante sottoporre il cane adulto o anziano almeno ad un paio di visite di controllo annuali.

Attraverso un check-up effettuato attraverso esami di laboratorio, consente di verificare il funzionamento degli organi primari, la concentrazione dei lipidi presenti nel sangue, del tasso di ormoni tiroidei e delle cellule ematiche.

Conclusioni

L’ipotiroidismo nel cane è una patologia che può colpire i nostri amici a quattro zampe soprattutto nell’età adulta, ma nonostante sia una malattia molto comune i sintomi possono essere confusi, per questo motivo è fondamentale portare i cani anziani dal veterinario regolarmente e far notare al medico se sono stati osservati dei cambiamenti nelle abitudini del cane.

 

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Wordpress website enhanced by true google 404